Educare un cucciolo: premi e punizioni

Adesso che il cucciolo è entrato in famiglia, il compito di educarlo spetta a voi: la prima e fondamentale regola da seguire è quella di premiarlo quando si comporta bene, più che punirlo quando si comporta male.

Cosa significa “comportarsi bene” dal punto di vista del vostro amico a quattro zampe? e quali sono le “azioni corrette” da insegnare?”...in realtà non si tratta di milioni di regole né concetti particolarmente difficili ma, per pochi che siano, è molto importante riuscire ad insegnarli: rispondere ai comandi, sporcare fuori casa, non tirare al guinzaglio, non mordere o saltare addosso, imparare a rimanere da solo rappresentano insegnamenti fondamentali per una serena convivenza familiare!

 _MG_5173

Il premio “principe” per iniziare ad educare il vostro cucciolo è fondamentalmente rappresentato dal cibo: la scelta può vertere sulle crocchette che mangia abitualmente oppure una qualità molto più appetibile o qualsiasi alimento (cubetti prosciutto, wurstel, formaggio, pollo bollito, ecc.) purchè tollerato, in modo da incentivarlo ancora di più nel lavorare insieme. Le ossa di pelle di bufalo o simili possono altresì venir utilizzate, soprattutto in quelle circostanze in cui si ha più tempo per lasciarlo masticare o tutte le volte che è nervoso e necessita di mordicchiare: rappresentano per lo più un “passatempo” quando lo si deve lasciar solo o, rientrati in casa, si voglia evitare che salti addosso.

Più il comando è difficile, maggiore sarà la qualità del premio in cibo, e ricordate che non servono grandi quantità.

E' importante ricordarsi sempre che i premi devono essere dati immediatamente dopo un'azione corretta. Una volta appreso il giusto atteggiamento, si potrà sostituire il cibo con premi in coccole o giochi.

Un consiglio, qualora il premio sia rappresentato da cibo, è quello di “detrarlo” dalla razione giornaliera non solo nel rispetto di una quantità totale adeguata di alimento, ma anche perché il cucciolo non “appesantito” lavora meglio ed è più motivato.

Le punizioni, vanno inflitte immediatamente e possono essere due: il NO e l'isolamento sociale.

Il NO va detto con tono deciso ogni qualvolta il cane compie un'azione non gradita.

Amelie

L'isolamento sociale è una punizione più rigida, che va messa in atto quando, nonostante il NO, il cucciolo non smette ad esempio di mordere le mani, di montare, di disturbare i nostri pasti, e consiste nel mettere il cucciolo in un'altra stanza chiusa con i cancelletti dei bambini o altre barrirere, in modo tale che lui possa vedervi ma non riesca a raggiungervi: ed è importante non considerarlo, perché l'insegnamento fondamentale di tale punizione è il fargli capire che la vita senza di lui continua normalmente e, se non si rispettano certe regole del branco-famiglia, si è esclusi automaticamente dal poter partecipare alla normale vita di gruppo.

Ricordate che le punizioni fisiche sono pericolose e inefficaci, quindi evitatele: il cane potrebbe associarvi a qualcosa di “negativo” e smettere di darvi retta o evitarvi anche quando voi vi approcciate con propositi “pacifici”!!...

22 commenti:

  1. ciao, da una settimana ho adottato un cucciolo di 9 mesi circa, è sempre stato in un canile quindi calcolato come tutti gli altri cani.
    sono riuscito a fargli capire qual'è il suo nome, a farmi seguire in casa, pochi comandi ma quando è nella cuccia lo chiamo non viene, poi gioca sia da solo sia con me, ma se provo a giocare con i suoi giochi si pone sottomesso allora provo a lanciargli il bastone per andare a prenderlo ma niente perché ha paura, ma forse è presto.
    siamo riusciti a uscire fuori in passeggiata ma appena usciamo si mette giù e non si muove, le prime volte l'ho preso imbraccio per alcuni pezzi e piano piano si muoveva e così facendo riusciva a fare il percorso di ritorno tutto impaurito dalle macchine e dalle persone, inizialmente lo portavo fuori a ore tranquille dove non passavano tante auto o persone, purtroppo abito in una casa che da direttamente sulla strada e non sono ancora riuscito a fargli fare il primo pezzo di strada del percorso che gli sto facendo fare abitualmente, tutto questo al guinzaglio ma se lo lascio libero mi segue dopo un po, e comunque si spaventa anche dove è già passato, provo a chiamarlo ma niente ho provato con i bocconcini per ogni 2 metri che faceva ma non ho avuto molte conquiste dopo un po però non prende più neanche i bocconcini perchè si fa prendere dalla paura, cerco di farlo stare tranquillo ma non mi ascolta anzi si spaventa anche di me. come posso fargli capire che io non li faccio niente e che fuori il mondo è bello?
    mi aspettavo che dopo un po gli veniva la curiosità solita dei cani, ogni tanto quando li facci capire di uscire si eccita e punta la porta, ma appena la apro torna un po indietro.
    grazie per il vostro tempo.

    RispondiElimina
  2. Caro Marco,
    adottare un cucciolotto proveniente da un canile è una missione delicata.
    Una settimana è pochissimo, il cucciolo deve innanzitutto abituarsi alla tua presenza ed associarla a una figura solida,poi viene la casa e solo successivamente potremo chiedergli di essere tranquillo fuori.
    Sicuramente ti consiglierei l'utilizzo di un collare e di un diffusore ai ferormoni, sostanze normalmente secrete da mamma cane che servono a tranquillizzare l'animale.
    Per quanto riguarda il resto credo che sia innanzitutto fondamentale abituarlo al guinzaglio.
    Il mio consiglio è quindi quello di metterglielo dapprima in casa, in modo che lui possa associarlo ad un luogo in cui si sente sicuro e nel mentre giocare insieme a lui.
    Contemporaneamente si inizia l'insegnamento del seguire il proprietario: camminando in casa, battendo la mano sulla coscia e con voce ludica ,si chiede il "vieni" rinforzando il tutto con premi e carezze.
    Solo dopo aver consolidato il tutto inizierai a prendere il guinzaglio con la mano continuando nel mentre a battere sulla coscia e ripetere il "vieni".
    Spero di esserti stata d'aiuto.
    Ti faccio un grande in bocca al lupo.
    A presto

    RispondiElimina
  3. ciao! da un paio di settimane ho adottato questo cucciolo di 9 mesi che è stato un pò sballotato di qua e di la. Il problema è che disobbedisce e si pone quasi in atteggiamento di sfida: io la sgrido e subito abbassa la coda e va a cuccia, ma appena giro la testa lei esce e continua a fare quello che faceva prima. inoltre spesso, come a fare dispetto, la faccio uscire in cortile (sotto stretta sorveglianza, passeggiando perchè altrimenti salta tra le sbarre e scappa, per poi tornare quando le va o quando la ripesco) lei quando è in cortile mi guarda, come a dire 'eh beh? cosa devo fare?', quando sa benissimo che se la fa fuori le arriva sempre un pezzo di biscottino, appena rientro e faccio per andare a letto, la fa lì sulle scale. quando è da sola piange come se la stessero uccidendo e molesta gli altri animali della casa, che sono piccoli o vecchi e malati. in genere, visto che mi devo anche occupare di un'anziano in casa, ho bisogno di cucinare o lavare e dato che in cortile non la posso lasciare perchè scappa, e in casa è sempre troppo agitata mi vedo costretto talvolta a legarla in casa vicino alla sua cuccia. io provo a premiarla quando fa bene, ma quella capisce solo biscottini...c'è speranza?

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    La situazione è abbastanza complessa per essere risolta in due righe.
    Sicuramente c'è da lavorare sodo ma a mio avviso una speranza esiste sempre e se non esiste vale comunque la pena provarci e arrendersi dopo averci tentato.
    Se vuoi provarci seriamente possiamo combinare una visita a domicilio.
    Dacci notizie.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ora in pochi giorni la situazione è migliorata nettamente; visto che con lei i premi non funzionavano, ho adottato la tecnica della 'segregazione sociale', ossia che quando fa qualcosa che non va bene, prima la richiamo con il solito 'NO' e se questo non basta a farla smettere, non dico nulla, la prendo e la lego vicino alla cuccia finchè non si calma, senza calcolarla. quando si calma, mi avvicino e non la slego finchè non è seduta e tranquilla. Inoltre la faccio sempre entrare e uscire dopo di me nelle stanze, non le do più biscottini e bocconcini extra, le do da mangiare dopo di me appena finisce le ritiro subito la ciotola. in più ho scoperto che le fa paura quando suono il clarinetto (eppure mi consideravo un mediocre musicista). se il 'NO' non basta, ho associato SUONO CLARINETTO = CUCCIA, perciò ora mi basta guardare il clarinetto e lei va a cuccia! Non scappa più, nonostante sia in calore, non porta più in giro le feci del gatto, non molesta più il furetto, obbedisce e non mi segue più come un'ombra lagnante quando vado a letto. Non pensavo che il mio diktat funzionasse così rapidamente, ma lei è più obbediente e non meno esuberante lo stesso! Ma su quello ho rinunciato, è il suo carattere....Poi certo, sulla cacca di notte c'è ancora da lavorare, però posso dirmi soddisfatto di una cagna meno insolente di prima! ;)

      Elimina
  5. Benissimo!
    In bocca al lupo allora e tienici aggiornati!
    A presto

    RispondiElimina
  6. Ciao, il 14 dicembre abbiamo preso una cucciola di maremmano. è molto socievole e scatenata. ama mordere le gambe e le braccia sia quando camminiamo per casa, sia quando siamo seduti sul divano. non le importa nulla se le diciamo di no o se la sgridiamo . come possiamo fare????

    RispondiElimina
  7. Ciao!
    Dunque, per quello che riguarda gli attacchi alle gambe quando camminate il consiglio è quello di emettere un urlo non appena il cane sferra il morso e successivamente immobilizzarvi e non guardare il cane per nessun motivo.
    Non appena avrà interrotto questo atteggiamento dovete premiarla dandole un pezzetto di wurstel o altro che vi dovete tenere sempre in tasca quando siete a casa.
    Per quanto riguarda il divano bisognerà invece di nuovo gridare e successivamente alzarsi in piedi non appena cercherà di mordere e fare esattamente come sopra.
    Con questo nostro atteggiamento volto proprio ad ignorare il cane emuliamo la natura ovvero agiamo come farebbe la cagna con i propri cuccioli nel momento in cui giocano pesante.
    Tenetemi aggiornata.
    Dott.ssa Elena Berga

    RispondiElimina
  8. Ciao,io ho un cane,un cucciolo di 9mesi di 27kg,e di una forza stratosferica. il cane lo tiene il mio moroso in casa e secondo me stanno usando regole troppo deboli. il cane si permette di salire sopra i mobili, ha un'agilita paurosa,fa salti con tutti e 4le zampe contemporaneamente e salta ovunque. non riescono a trovare la punizione giusta,perche la sberla lo eccita e lo prende come un gioco,se alzi la voce lo carichi di energia e diventa matto....è un bravissimo cane,ma selvaggio,non si riesce a calmare. siamo esaustiti. Io ho pensato a un metodo un po estremo ma non sappiamo davvero che fare. pensavo alla museruola,gliela mettiamo appena fa un danno o.non ascolta. pero mi hanno detto che la museruola è una cosa davvero brutta per loro e.non vorrei esagerare. come ci si comporta con un cane cosi terribilmente vivace e maleducato e selvaggio?
    grazie barbara

    RispondiElimina
  9. Ciao Barbara,
    la situazione è un pochino complessa ma spero comunque in qualche riga di darti una mano.
    Innanzitutto mi servirebbe sapere la giornata tipo di questo cagnolino.
    Quante volte esce al giorno, per quanto tempo e se ha la possibilità di correre non al guinzaglio.
    Senza conoscere la risposta ti inizio a dire che la situazione che si sta creando denota un forte stress da parte dell'animale che non riesce a sfogare a sufficienza la sua energia quando esce e quindi cerca di trovare delle alternative quando si trova in casa.
    Punirlo non ha senso perchè evidentemente non si stanno rispettando a pieno le sue esigenze.
    A nove mesi un cucciolo è nel pieno della sua voglia di correre, annusare, socializzare con altri cani.
    Se questi atteggiamenti gli vengono impediti o comunque sono molto ridotti accade quello che sta succedendo a casa vostra.
    Un cane che sale sui mobili è un cane che ha voglia di fare qualcosa, non è un cane da punire.
    Il consiglio che ti do è di iniziare a fornirgli ossa di tendine di bue da sgranocchiare, uscire almeno 2 ore e mezza al giorno con lui e soprattutto farlo correre libero.
    Comunque le punizioni più efficaci consistono nell'ignorare il comportamento a noi indesiderato e premiare il cane non appena lo interrompe.
    La museruola come punizione è deleteria, il cane dopo la seconda volta inizierà a ringhiare solo alla vista e farete un rodeo per tentare di mettergliela.
    Fammi sapere.
    In bocca al lupo
    Dott.ssa Elena Berga

    RispondiElimina
  10. Ciao, da una settimana abbiamo un cucciolo di weimeraner (2 mesi) che purtroppo siamo costretti a far rimanere a casa per le vaccinazioni mancanti ( Il veterinario ha detto che non potrà uscire almeno per un altro mese). Il problema è che morde braccia e gambe, salta sui mobili e continua a fare i bisogni in casa nonostante i rimproveri e le punizioni. Quando non si comporta bene lo facciamo uscire in balcone ma abbaia continuamente. Abbiamo seguito il consiglio di molti che hanno detto di ignorarlo e farlo rientrare non appena si calma, ma quando si "calma" e rientra in casa è più scatenato di prima. La situazione è diventata insostenibile soprattutto perchè raggiunge i massimi livelli di iperattività la sera.
    Siamo veramente in crisi...cosa possiamo fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Margherita,
      Il weimaraner è una razza splendida ma molto impegnativa dal punto di vista dei bisogni di attività mentale e fisica che necessita.
      Partendo da questo presupposto capirete come sia normale il fatto che questo cucciolo cerchi di farvi capire in tutti i modi che ha bisogno di un'attività da svolgere e che se voi non siete in grado di fornirgliela la troverà da solo.
      Il consiglio che vi do è quello di portarlo in luoghi dove non ci sono cani ( se avete amici con il giardino è la cosa migliore ) in modo da permettergli di correre e di annusare.
      Eviterei in seconda battuta l'andare sul balcone perchè è frustrante per il cucciolo che vede stimoli che non può raggiungere.
      Infine evitate assolutamente di punirlo quando sporca dove non deve e premiatelo COSTANTEMENTE quando (anche per sbaglio all'inizio) mira la traversina.
      Come ultima cosa è fondamentale che prendiate numerosi oggetti che il cane possa masticare come ad esempio tendine di bue, trache essiccata, orecchie secche, grugni di maiale secchi.
      Tutti questi oggetti devono essere dati al cane quando è in casa senza nulla da fare ed hanno lo scopo di fornirgli un'attività alimentare e cognitiva allo stesso tempo.
      Per ulteriori consigli non esitate a contattarmi.
      In bocca al lupo
      Dott.ssa Elena Berga

      Elimina
  11. Ciao, mi hanno regalato tre giorni fa un cucciolo di tre mesi (la madre è un p. tedesco, il padre è ignoto, ma lui assomiglia in tutto e per tutto a un p. tedesco).
    Io non ho nessuna esperienza con i cani e mi trovo molto in difficoltà, anche perché non sto mai a casa a causa di mille impegni, e alla maggior parte non posso rinunciare (per esempio la scuola).

    Mi sembra un cucciolo testardo, non vuole rinunciare mai al suo obbiettivo. Sembra che voglia comandare lui. Poi piange quando non riceve attenzioni, oppure quando si trova in uno spazio troppo piccolo. Si stanca in fretta di ogni gioco, cercandone dopo pochi minuti un altro. Sembra che si spazientisca quando non si fa ciò che vuole.

    Ho due domande in particolare:
    Ho letto che devo decidere io quando giocare, non devo dargli attenzioni quando piange e simile, ma in generale è sbagliato coccolarlo troppo o prenderlo spesso in braccio?
    Se chiamo un dogsitter relativamente spesso, essendo così piccolo, è possibile che rischi di compromettere il mio rapporto con lui? E altrimenti come posso fare perché non rimanga traumatizzato dal fatto che manco (la veterinaria mi ha detto che per più di 2 ore non può rimanere solo)?

    RispondiElimina
  12. Ciao Giulia.
    Come primo cane ti sei messa in casa un cucciolo di una razza molto intelligente ma anche molto impegnativa.
    Mi preme dirtelo perchè è importante che tu capisca da subito che il tuo cucciolino ha un bisogno sfrenato di attività sia fisica che mentale.
    Il fatto che rimanga così tante ore da solo non agevola la convivenza in quanto la noia è cattiva compagna dei cani che per intrattenersi si trovano mille occupazioni come rosicchiare tutto quello che hanno intorno.
    L'idea del dog sitter è ottima e necessaria: questo cucciolo deve uscire in passeggiata, annusare correre e giocare.
    Il fatto che si affezioni meno a te non deve preoccuparti, quello che è importante è che tu riesca a dedicare al cane tutto il tempo che puoi giocandoci o uscendo a passeggio.
    Quando il cane resta da solo è importantissimo che tu gli fornisca qualche cosa da fare come ad esempio ossa di tendine di bue da rosicchiare oppure il gioco kong che puoi riempire di una pasta a base di carne apposta.
    Sul fatto che debba tu decidere quando interagire con lui non mi trovi d'accordo perchè per un cucciolo che ti vede così poco è necessario avere tutte le attenzioni possibili quando sei a casa.
    Il mio consiglio è di farlo giocare piuttosto che tenerlo in braccio!
    Infine sarebbe ideale che tu iniziassi a frequentare un corso base di socializzazione insieme al tuo cucciolotto in modo che possa imparare correttamente ad interagire con gli altri cani divertendoti.
    Se mi dici la zona in cui vivi posso consigliarti qualche posto.
    Fammi sapere!

    RispondiElimina
  13. Ciao , ho una cucciola di 4 mesi, passa la giornata fuori in giardino la notte entra per dormire. C'è un' altro cane di 4 anni( non mia )femmina con cui divide il giardino. Non può giocarci assieme perché l' altra attacca al collo e ho paura, di conseguenza si riversa su di noi e inizia a mordere e a saltarci a dosso, inoltre quando la porto in passeggiata tira dall' inizio alla fine. Penso che siamo in troppi a darle ordini ma purtroppo io sono a casa solo dopo le 16.30 . Come posso fare aiutatemi.

    RispondiElimina
  14. Salve, 4 settimane fa abbiamo comprato una cucciola di Husky ha 7 mesi ed è molto giocherellona, ma è testardissima. Ho provato di tutto ma non riesco a farle fare i suoi bisogni fuori casa, la porto fuori tre, anche quattro volte al giorno per un paio d'ore ma niente appena arriva a casa fa i bisogni nella sua stanza. Combina molti guai in casa ma nonostante i richiami e le punizioni appena giro lo sguardo riprende a fare ciò che stava facendo. Un paio di volte le ho tolto il guinsaglio ai primi richiami è venuta ma poi ha cominciato a correre senza rispondere più ai miei comandi. Per quanto riguarda i bisogni capisco che è un pò difficile perchè comunque è stata sempre chiusa in una gabbia e quindi lì faceva tutto, ma c'è ancora speranza? C'è qualcosa che ancora posso fare? Aiutoooo

    RispondiElimina
  15. ciao da tre giorni ho preso una cucciola di pastore tedesco. Sono un po perplesso quando la chiamo non viene mai, non mi guarda mai, non ha voglia di giocare si mette sempre sotto il tavolo e mi sembra che abbia paura di me, ogni tanto quando mi avvicino sembra quasi che voglia scappare, cerco di coinvolgerla nel giocare ma è completamente disinteressata. come posso comportarmi? grazie

    RispondiElimina
  16. Ciao,ho un cucciolo di pastore svizzero bianco di 4 mesi e mezzo che è con me da quando aveva 52gg.
    Inizialmente stava da solo parecchio tempo con un'uscita dopo circa 3 ore ed un'altra dopo ulteriori 3 ore, è un cane che esce anche 3 ore al giorno ed ad ogni usciTa corre libero e socializza con molti cani.
    Mi ha sempre combinato l'inferno in casa,ho provato a lasciargli innumerevoli giochi,biscotti per casa così che li potesse "cacciare" ma non serve a nulla... in 5h da solo mi ha aggredito anche il divano. Mi sento costretta alla museruola perché ho seriamente paura che si faccia male facendo cadere qualcosa (già successo) perché è molto alto e su due zampe atrova pressoché ovunque. Avete qualche altro suggerimento? Grazie mille

    RispondiElimina
  17. Ciao Ho una cucciola di volpino di 6 mesi. Ebbene, quando esce(4 volte al giorno) strilla, piangendo, per la contettezza. Il vicinato sa quando usciamo per fare la passeggiata. Tira freneticamente, cosa posso fare???? Grazie

    RispondiElimina
  18. Ciao, ieri abbiamo preso in canile una cucciola meticcia di 3 mesi. Purtroppo abbiamo due grandi problemi, il primo è che abbiamo un gatto di 1 anno e mezzo randagio e accasato da 1 mese, quando ha visto il cane ha iniziato a soffiare e agitarsi, ora non vuole entrare in casa e mangia pochissimo...cosa posso fare?
    Il secondo problema è che il cucciolo morde tutto ciò che trova, gambe, piedi, pantaloni, tutto...ho provato di tutto per farla stare buona, si arrampica anche sui mobili, cosa posso fare per farla stare buona? La sgrido e non ci sente, la metto in punizione nel trasportino e si calma per un pò ma poi torna come prima, per il resto è buona ed affettuosa ma ha dei momenti di frenesia assurda...grazie

    RispondiElimina
  19. Ciao, ieri abbiamo preso in canile una cucciola meticcia di 3 mesi. Purtroppo abbiamo due grandi problemi, il primo è che abbiamo un gatto di 1 anno e mezzo randagio e accasato da 1 mese, quando ha visto il cane ha iniziato a soffiare e agitarsi, ora non vuole entrare in casa e mangia pochissimo...cosa posso fare?
    Il secondo problema è che il cucciolo morde tutto ciò che trova, gambe, piedi, pantaloni, tutto...ho provato di tutto per farla stare buona, si arrampica anche sui mobili, cosa posso fare per farla stare buona? La sgrido e non ci sente, la metto in punizione nel trasportino e si calma per un pò ma poi torna come prima, per il resto è buona ed affettuosa ma ha dei momenti di frenesia assurda...grazie

    RispondiElimina
  20. Buongiorno,ho adottato da un mese una meticcia del canile che ora ha tre mesi e mezzo.
    Purtroppo però al guinzaglio piange tutto il tempo.
    Inoltre una bambina l'ha strattonata mentre era sotto il tavolo ad un bar e da quel momento piange e cerca di scppare quando vede estranei. Non si fa più accarezzare da esterni alla famiglia mentre prima era socievolissima. Sono disperata!cosa possiamo fare?
    Grazie mille
    Elena

    RispondiElimina