Cane e automobile

Il cane e l'automobile
L’auto è divenuta il mezzo principale dei nostri spostamenti, purtroppo non sempre i nostri amici a quattro zampe apprezzano i viaggi in automobile, viaggi che diventano dei veri e propri inferni per noi e per loro. 
Pensate in che modo molti cuccioli vivono la loro prima esperienza di viaggio: vengono presi da un allevatore (o privato, non ha importanza), spesso separati dalla madre e dai fratelli in quello stesso istante, circondati da odori mai sentiti prima, messi in macchina e costretti a viaggiare anche per ore... se aggiungete a tutto ciò il fatto che spesso il cucciolo potrebbe essere a stomaco pieno... ecco tutte le premesse per un approccio assolutamente negativo all'auto!


Per prima cosa è importante chiarire le regole del codice della strada: l’art. 169 del Nuovo Codice della Strada consente di trasportare un solo cane libero in auto purché non costituisca pericolo o intralcio per il conducente ovvero posto sul sedile posteriore (meglio se legato ad apposite cinture di sicurezza, reperibili nei negozi di articoli per animali) o nel bagagliaio. E’ consentito il trasporto di più animali soltanto se questi vengono sistemati nel vano posteriore del mezzo, diviso da una apposita rete, oppure tenendo i cani in appositi trasportini detti Kennel. 

Il kennel offre diversi vantaggi: 

- il cane si sente protetto e rilassato, in quanto lo considera una tana 
- in caso di incidente offre una maggiore protezione al nostro amico
- permette di viaggiare in tranquillità, senza il rischio che il cane saltelli in giro 
- è pratico da pulire. 

Viaggiare in automobile non è una situazione “normale ed istintiva” per il cane, ma gli deriva dalla stretta convivenza con l'uomo: da ciò consegue l'importanza di “abituarlo” a questo tipo di condizione. 
Inizialmente eseguire brevi tragitti, associando il salire in auto ad un rinforzo positivo (premio in cibo) : così facendo si potrà impostare un corretto e positivo atteggiamento dell'animale all'interno del mezzo di trasporto. Vediamo brevemente quali sono i comportamenti più comuni che i cani manifestano durante i viaggi. Un tipico comportamento è quello di tremare, piagnucolare sommessamente, salivare in modo a volte anche copioso, vomitare. 
All'opposto ci sono invece quei cani che manifestano il loro disagio con un movimento continuo (non stanno fermi un attimo), distruttività e abbaio incessante. Entrambe queste tipologie di comportamento sono manifestazioni di stress "da viaggio", di disagio psicologico. Le cause che portano a questo tipo di stress possono essere varie. Fra le più comuni ci sono sicuramente la scarsa abitudine all'auto (soprattutto la mancanza di esperienza precoce) e un’ associazione auto = evento spiacevole: se il cane non viaggia che per venire portato dal veterinario... è facile capire come ben presto, alla vista dell'automobile, assocerà il veterinario, e da qui il rifiuto dell'auto; anche l'aver vissuto l'esperienza traumatica di un incidente stradale può far sorgere in un cane prima perfettamente abituato a viaggiare un nervosismo accentuato.... 
Un'altra causa è di origine prettamente clinica (classico "mal d'auto"): in questo caso l'ausilio di rimedi farmacologici sarà fondamentale per ridurre il malessere. 



Per ogni viaggio ci sono infine dei piccoli accorgimenti da tenere sempre presente:
- fare delle brevi soste ogni due ore circa: il cane deve poter scendere e sgranchirsi un po' le zampe. - somministrare pochissimo cibo (o tenere addirittura a digiuno) prima e durante il viaggio
- portare sempre acqua per dissetarlo: acqua fresca ma non gelata, da somministrargli in quantità non eccessive
- moltissima attenzione al caldo: se possibile, meglio viaggiare nelle ore meno calde, mettere le apposite tendine parasole sui vetri dell'auto in modo che i raggi solari non battano mai direttamente sul cane
- lasciare un buon ricircolo d'aria all'interno dell'abitacolo (quindi finestrini leggermente aperti: non troppo e soprattutto mai lasciargli tenere la testa fuori dal finestrino - il rischio di otite è in agguato!)

Ovviamente se c'è l'aria condizionata il discorso cambia. 
Attenzione alle soste: il cane lasciato in auto, anche se la temperatura esterna non è elevata e se la macchina è solo parzialmente al sole, rischia il colpo di calore!

Vi facciamo quindi i migliori auguri e vi ricordiamo che per qualunque informazione, consiglio, necessità oppure in caso di difficoltà con il vostro cane o il vostro cucciolo puppyschool.it è sempre a vostra disposizione con suggerimenti, consulenze o eventuali corsi.

Nessun commento:

Posta un commento